Sta finendo anche l’acqua benedetta

acqua santa

Ridotta dentro a una ciotola azzurra, piccola, mesta, rilegata tra stretti confini di vetro, l’acqua santa agogna lo spazio perfetto della fonte. Ma è poca, due dita al massimo per sporcarsi di benedizione e si perderebbe.

È un segno dei tempi se anche l’acqua benedetta viene risparmiata?
Verrebbe prosciugata dalle crepe del marmo, bevuta dai fedeli, rubata dai piccioni, sconsacrata dai turisti? Quanto costa l’acqua santa? Quanta dedizione deve sprecare il prete che la benedice? Forse un litro è troppo? È uno sforzo che non può sopportare? Forse teme che la bevano, la colorino, ci mettano la schiuma, il sapone, le dita dentro?
Le dita servono, sono il segno del fedele, anche una mano potrebbe immergerci per fare ancora più sua la pace della fede.

Allora perché è così poca, Signore? Per rammentare che la fede sta finendo, che il tempo del fiume del battesimo di Gesù è terminato e restano solo poche gocce alla fine?

download.jpg

Annunci

Amando

Amando.
Lo senti il vento amore mio?
Li riconosci i piedi, i passi, le scale piccole, la strada, accanto, lo senti che stiamo camminando insieme vicini, da anni, da prima che il tempo fosse dorato, da quando dentro sentimmo il profumo del pane e del cioccolato.
Lo senti il battere delle lettere, la carta impilata dei libri, i giornali letti di sera, seduti vicini, le parole fitte tra le coperte che non è quasi mai il tempo per dormire quando il tempo non c’è e passa, amando.
Amando, che a disegnarlo io vedo una linea dipinta grossa, un pennello pieno di colore, poi fine, quasi un crine, un macchia scoppiata, un grido, ancora una linea, non si ferma mai, amando è un verbo come respirare, se non respiri si muore lo sai e fino a che saremo vivi è amando che sarà il nostro vivere.

E a guardarti negli occhi mi riconosco.

 

Falcon Heavy, il sogno visionario e reale di Elon Musk. Verso Marte.

È decollato ieri dal Kennedy Space di Cape Canaveral, ore 21.45 circa italiane, 15.45 (ora locale) , il razzo Falcon Heavy, ideato e costruito da Space Exploration Technologies (Space X). Al suo interno non c’è equipaggio ma una Tesla Roadster, un’auto elettrica sportiva a due posti con un guidatore manichino, Starman.
La partenza è stata ritardata di 50 minuti per forti raffiche di vento; il decollo, scandito dal countdown, è stato accompagnato dalle note di Life on Mars di David Bowie.

Il lancio è avvenuto secondo programma, i booster laterali sono atterrati e il core centrale è ammarato a 100 metri dalla piattaforma galleggiante.
Ora Falcon Heavy sta viaggiando verso Marte.

spacex-falcon-heavy-liftoff

Fonte CBS News

Lo ha promesso Elon Musk, il fondatore di SpaceX, fondatore anche di Tesla Motors, presidente di Solar City, cofondatore di The Boring Company, di Paypall e di OpenAl. Elon Musk, classe 1971, sudafricano, è un imprenditore e genio. Un visionario che realizza i suoi sogni.
Vi invito a leggere tutta la sua biografia per capire ciò che in 47 anni ha saputo realizzare. Questo è il progresso che accade. In silenzio spesso dai media, interessanti a fatti piccoli e insignificanti, a beghe pseudo politiche, a strass e lustrini di facciata.

E nel frattempo una Tesla Rossa Roadster sta viaggiando verso Marte.

27449864329042d355dcck

Fonte businner inside

 

 

Info utili

Falcon Heavy
Tesla Roadster 
Elon Musk  Wikipedia
Elon Musk su twitter 
Elon Musk su Instagram
SpaceX su Twitter
Il momento del decollo 

Trump, Cattelan, America e il wc d’oro.

16 Settembre 2016: Maurizio Cattelan espone al Guggenheim di New York la sua opera “America” un gabinetto d’oro installato dentro a un normalissimo wc, fruibile dai visitatori.
america_cattelan_wc_oro

Cita Cattelan: “Il water diventa un’opera d’arte solo quando la natura chiama e qualcuno ci si piazza sopra o davanti.”

Cattelan non è nuovo alle provocazioni, anzi direi che ha fatto delle provocazioni la sua bandiera artistica.
Ecco alcuni esempi

Questo slideshow richiede JavaScript.

È di questi giorni la notizia che Trump Donald abbia chiesto al Guggenheim Museum un’opera di Van Gogh “Paesaggio con neve”; il museo ha rifiutato la richiesta dando invece la disponibilità per l’opera di Cattelan
” Oltre centomila persone hanno atteso con pazienza in fila per poterla usare.” questo il vero valore dell’opera di Cattelan!
Speriamo davvero che Trump non rinunci a questa meraviglia!

 

Maurizio Cattelan, Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Maurizio_Cattelan
L’articolo completo su Il Sole 24ore

“Io per la Sacra sono disposto a morire”

“Io per la Sacra sono disposto a morire” così dice don Giuseppe Bagattini, 82 anni, rettore della Sacra.

Ieri un incendio scoppiato sul tetto del monastero adiacente alla Sacra di San Michele, ha fatto temere il peggio per uno tra i luoghi più suggestivi e affascinanti d’Italia.
La cronaca è storia, così come lo è il Monumento. Le parole del rettore invece sono presente e lasciano un segno.
Voi sareste disposti a morire per qualcosa? Intendo un bene materiale, certo un simbolo, ma comunque un bene materiale. Io ci sto pensando da questa mattina ma non ho un luogo a cui mi sento così fortemente legata, non parlo di un luogo aulico, basterebbe anche la propria casa, un angolo di bosco, un capanno degli attrezzi, un museo, un’opera d’arte.

“Io per la Sacra sono disposto a morire”
E noi siamo capaci di provare un amore così immenso?  O è una follia?

12222-51777-kGBG-U110120728767042CG-1024x576@LaStampa.it

foto La Stampa

I sogni sono premonizioni?

1990. All’epoca una delle mie passioni era la Cerimonia giapponese del te, Chado o La via del tè.
chado_chiararte_kintsugi

Ho una vasta collezione di testi acquistati in quel periodo, letti e studiati per mera passione. Sognavo, desideravo di diventare un Maestro della Cerimonia del tè, conoscevo i vari tipi di te e ne amavo la filosofia zen.

Oggi, a distanza di anni, quasi 20, questi libri mi tornano utili come testi di studio per l’arte Kintsugi che in maniera così importante è entrata nella mia vita. Non solo ceramiche, lacca e oro ma anche tutta la religiosità del Chado.

Questi libri, la mia passione, i sogni, erano una premonizione di cosa sarebbe diventata la mia vita? O è un caso? O sono io che ho solo seguito l’istinto?

Vi è mai capitato che una passione da adolescenti diventasse realtà da adulti?

Quel giorno in cui tacqui per tutto il giorno

Certi momenti si curano solo con il silenzio, un silenzio di parole che come un domino entra sotto livelli di pelle, grasso, sangue, muscoli e cuore.
Il cuore, che prima strappava i battiti, si quieta al ritmo del silenzio, un inconsueto modo di ragionare, nel nulla cieco e buio, dove adagiarsi, cadendo senza rete.

E dopo.
Dopo la voce ritorna, intonata.
Lo sai.