Magal – gioielli.

KINTSUGI, LA METAFORA DELLA VITA
Un pezzo alla volta, una storia alla volta.
Ho conosciuto Margherita Magal a Vicenza, in occasione della Mostra diffusa A&D Artigianato e design | VIOFF January 2020 organizzata da CNA Veneto Ovestt, in collaborazione con Marco TronconNena Agostini.
In quella occasione due artigiane si sono messe a confronto sul prezioso tema dell’arte Kintsugi: io con la tecnica tradizionale e Margherita con la sua rivisitazione moderna sui gioielli in argento.
Abbiamo in progetto alte narrazioni ora ferme, ma siamo pronte a ripartire!

“Ho scoperto l’arte Kintsugi da bambina quando mia mamma, di ritorno da un viaggio in Giappone, portò con sé una tazza crepata che era stata riparata tramite l’arte Kintsugi.
Poi sono cresciuta e il ricordo di quest’arte giapponese è rimasto custodito dentro me fino a quando una necessità pratica me l’ha fatto riaffiorare.

La necessità è stata questa.
Qualche anno fa, durante i giorni che precedono il Natale, stavo lavorando alacremente nel mio laboratorio di oreficeria per le ultime consegne dei clienti.
Uno dei lavori che mi avevano commissionato era una bracciale d’argento da lavorare lungamente a fuoco. Mentre lo lavoravo una disattenzione mi fu fatale e il bracciale si ruppe in due pezzi.
Che fare? Non c’era tempo per ricominciare il lavoro da capo e in quel momento mi riaffiorò alla memoria l’immagine della tazza crepata e riparata con l’oro.
Così rischiai e provai a risaldare il bracciale spezzato con l’oro.
Non solo la cliente fu molto comprensiva, ma la trovata le piacque così tanto che fui incentivata a sviluppare un’intera linea dedicata al Kintsugi.

Mentre creavo questa collezione – plasmavo l’argento, lo fratturavo e poi lo risaldavo- mi si è svelato interiormente il valore di questa pratica.
Arte che mi costringeva, tramite il processo di ricomposizione, a trovare sollievo dentro di me dei miei eventi traumatici personali.
Mi aiutava a rimettere a posto i pezzi del puzzle della vita e a vedere che anche dalla scomposizione si può creare un nuovo significato.
Per me Kintsugi è un’arte lenta che ti insegna che è responsabilità tua prenderti cura di ciò che ti ha ferito per donargli un senso nuovo.

Margherita – Magal Gioielli

4 pensieri su “Magal – gioielli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...