La faccia inutile dell’indifferenza.

“Se e quando arriveranno dei clandestini dalle mie parti metterò il filo spinato carico di energia elettrica intorno al perimetro del territorio del mio Comune per non farli entrare. Esattamente come si fa con i cinghiali, filo spinato con l’energia elettrica””

Così dice Gianluca Buonanno, europarlamentare della Lega Nord e sindaco di Borgosesia (Vercelli). Buonanno non è nuovo a minchiate del genere, ma quasi sempre si è fatto finta di nulla, certo che non oltrepassasse mai davvero il limite. Ma questa dichiarazione, fatta da un europarlamentare, non può passare inosservata; il pesce portato a Montecitorio, Superman dipinto sul soffitto della sala consigliare di Borgosesia, gli svariati cartelloni esposti in Parlamento, quello lo si poteva anche far passare sotto silenzio, ma una frase che incita l’odio razzista, no, non gliela si può perdonare.

Queste righe sono il senso dell’articolo di Stefano Corradino su Il Fatto Quotidiano (qui l’articolo intero) e io sono concorde con lui. Siamo talmente assuefatti alle stupidaggini, che non ne facciamo nemmeno più conto e nel mentre ci nascondiamo dietro all’indifferenza, gli stupidi, i cattivi, gli ipocriti, i razzisti, i pedofili, e chi ne ha più ne metta, crescono.

Parlo di Buonanno, ma parlo di tutti coloro che giornalmente omaggiamo della nostra indifferenza.
E’ vero che non rispondendo a minacce o insulti, non ci sporchiamo le mani della feccia nella quale loro navigano; ma non è poi vero che l’indifferenza li porta a tacere, anzi: talvolta, convinti che la nostra indifferenza significhi che hanno avuto ragione delle loro idee e della loro voce forte, che siamo dei deboli e loro i forti, depositari di ogni ragione, si ingigantiscono. E così crescendo, si rischia di non riuscire a fermarli più.

E’ ora di saper fare una scelta e di uscire dall’indifferenza se vogliamo che il mondo non finisca in mano ai violenti e ai cretini.

Chiara

Annunci

13 pensieri su “La faccia inutile dell’indifferenza.

  1. Eppure i gesti più terribili son stati portati a termini dai pazzi furiosi cretini scatenati….
    Se i giornalisti fossero VERI giornalisti queste Vergogne non verrebbero nemmeno scritte

    ciao
    .marta

    • Però…se hai letto l’articolo, il giornalista fa cenno ad una petizione online per fermare Buonanno. Dice che la stessa petizione fatta due anni fa, ha portato Borghezio, altro soggetto poco raccomandabile e molto razzista, fuori dall’europarlamento.
      Ecco, se i giornalisti potessero smuovere le menti, forse farebbero un buon lavoro.
      ciao

  2. Pingback: CHE FARE? | Quarchedundepegi's Blog
  3. Quello che manca davvero è una base culturale! E soprattutto la nostra classe politica attuale è lo specchio dell’incultura e dell’ imbarbarimento in cui l’Italia è caduta, non da sola certamente, ma non in sintonia con il suoi confini che si affacciano sui paesi del Mediterraneo.
    Sherazade

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...