Qualcuno si è accorto che i social sono una piazza e non casa propria?

Dopo una tempesta, vera, mediatica, emotiva, si resta per un attimo senza fiato, salvo poi riprendersi e tentare, ognuno  a suo modo, di dire il proprio pensiero in merito.
Ieri il mio nome e cognome è stato tirato in ballo su questa piattaforma da un blogger con queste parole: ” Chiara Lorenzetti (che ritenevo persona intellettualmente onesta)”.
Tale definizione di me è stata fatta all’interno di un commento ad un post di un altro blogger, ma non sotto ad un mio commento in modo che potessi leggerlo in notifica; così, a muzzo e devo al buon cuore del proprietario del blog che si è premurato d’avvertirmi in privato, l’esserne venuta a conoscenza.
Tale citazione di me è stata fatta senza alcuna motivazione ( cito “lei sa”), senza spiegazioni a nessuno, così, un’offesa gettata al vento.
Finisco dicendo che quel post è stato un post che ha avuto tantissimi commenti e molti di blogger che frequento e stimo.

Esco subito dal fatto privato per pormi e porre a chi segue quest blog, il mio pensiero.
Worpress è un luogo aperto, come altri social è UNA PIAZZA. Non ci sono pareti e tutti leggono di tutti.
Se gridi ti sentono tutti, se offendi ti sentono tutti, se dici ti amo, ti sentono tutti.
Su questo credo che tutti siamo d’accordo.
Se io decido di offendere qualcuno senza indicare nome e cognome, lo faccio nel mio blog, nei commenti d’altri, succede molto più spesso di quanto si immagini, cari miei. Ci si nasconde dietro alle parole e giù bestemmie al malcapitato. Ma siccome sono senza nome e cognome, tutti se le possono vestire e svestire a proprio piacimento, senza però avere mai la certezza di essere proprio il soggetto di quelle parole. E così vale per chi le legge che non se le veste ma le legge e basta. Se anche avrà tra i suoi blogger preferiti o stimati o amici il soggetto delle invettive, non leggendo nome e cognome, non capirà e non potrà avere influssi sui propri pensieri. Magari potrà chiedere ma dovrà per forza accettare quello che gli viene propinato, vero o falso che sia.

Altra cosa è invece quando si decide di offendere nella pubblica piazza una persona usandone nome e cognome, in un luogo ove ci sono molte persone che la conoscono ma che, non avendo motivazioni e spiegazioni in merito, possono decidere o, di restare sulla propria posizione e conservare la stima per la persona offesa, o decidere di accettare l’offesa come vera e cambiare idea o approfondire il discorso e cercare di capire se è un’offesa gratuita o  se corrisponde al vero.
Io trovo questo comportamento altamente sconveniente, perché nella foga dell’attimo, si rischia di distruggere la reputazione di altri solo per salvaguardare se stessi.

Ora, a dirla tutta, non mi sono offesa; se c’è chi pensa che io sia “disonesta intellettualmente” pazienza. Ne ho  tanti altri di difetti e ben più vistosi.
E’ l’utilizzo del blog che ne è stato fatto che mi preoccupa.
D’altronde questo luogo virtuale è la vita stessa e tanto vale preoccuparsi più di tanto;  a capirci davvero ci riescono proprio in pochi, al massimo due  o tre : io, io me medesimo, io me stessa propriamente io.

Chiara 

Ps: per chi fosse interessato al lieto fine, la persona interessata, su sollecitazione, ha capito di aver fatto uno sbaglio e ha chiesto scusa. Scusa per aver offeso, per avermi tirato in ballo a sproposito e di ciò lo ringrazio.

Io, l’award, lo vivo così- INSIEME SIAMO STORIA.

Bel mondo quello dei blogger. Un mondo vivo e vivace; c’è da perdersi.
E trovarsi.

E’ di questi giorni la nomination da parte di alcuni blogger del mio blog al “shine award”. Vi ringrazio tutti sentitamente.
Non vi farò perdere tempo raccontandovi di me, basta leggere tra queste righe per farsi un’idea di chi sono.
Vorrei invece rendere omaggio ai miei blogger preferiti, non compilando solo una mera lista, ma raccontandovi le mie impressioni.
Se questo servirà a chi legge questo blog a fare una scappata sui blog da me consigliati, avrò realizzato il mio desiderio: condividere.
“Insieme siamo storia”

Lupo Renna e la sua Tana, un blog semiserio  di citazioni e scritture personali. La donna, le relazioni con essa, il suo punto chiave. Tommaso è una persona dotata di spirito critico e grande autoironia.
Michele Cogni  è uomo dalle tante passioni, il cibo, le donne, il sesso ( attenti ai suoi racconti erotici!). In ogni scritto,un  finale a sorpresa!
Da Marta tra le Tramedipensieri si trova tenerezza e delicatezza. Un soffio leggero di musica e parole, così come i suoi commenti, garbati e riflessivi. Io ci passo spesso e sto bene.
Francesco è un amico, parte avvantaggiato, ma se non mi piacesse ciò che scrive, eviterei il suo blog.Così non è e le sue poesie e i suoi scritti, le riflessioni, sono acute, armoniose, intelligenti, colte. Strinaturedisaggezza è da frequentare!
Erre…cosa posso dire di Erre? Blogger vivace, inquieto, passionale, profondo, sentimento puro. Un blogger che diventa un amico è la sorpresa di WordPress. Italianamentescoretta è da leggere, così come tutti i commenti che riceve. Un bello scorcio di vita.
Roberta, amica nata tra le righe di Facebook. Amica. E poetessa. Analizza  e vive tutti i sentimenti della vita, dell’amore. Le sue parole toccano e cullano, le immagini suggestionano. Amaranto è il suo blog.
Da quando ho scoperto che ho quasi il doppio della sua età, mi sento un po’ frenata, ma poi non so come, con  Punto & virgola G c’è una sintonia di intenti che stupisce. Attendereesperare  è dove vado quando devo ammettere di non aver finito Moby Dick.
C’è un blog che mi mette a nudo. Quando leggo Ancorase, la poesia delle parole diventa parte di me, divento una barca e il mio navigare nel mare dei sentimenti è placido e profondo. Non temo d’allontanarmi dalla riva, Si  è al mio fianco.
Scava nella razionalità, spinge alla riflessioni, fa nascere il contraddittorio, stimola la mente. Ecco cosa fa merrysbacon dentro di me. E molto spesso mi mette in difficoltà. Ma ho le mie armi e qualche anno in più, caro mio amico!
E per chi volesse fare un salto su blogspot, Guendalina vi porterà in viaggio tra arte, poesia, scrittura, lettura. Un navigare attento e curato. C’è perdersi, ne sarete catturati. Ilcenacolointellettuale il suo blog. Non credo wordpress se ne avrà a male.
Stefania è l’ultima scoperta, tra scritti e immagini vivaci, sperimentazioni, trovo variabili infinite e senza posa alcuna. Unblogunpocosì , se vuoi sorridere e restare sereno.

Leggo molto altro, navigo tra le parole e le immagini. Ho fatto la mia lista di blogger che leggo più spesso, coloro che oltre ad essere blogger, sento amici. Un passo oltre al semplice schermo, ricerca di conoscenza ed esistenza.

Un caro saluto a tutti. Bello che siate nella mia vita.

Chiara 

Ehm…per la citazione nel blog, donazioni libere :p

E’ stato proprio bello.

Le esperienze virtuali di questi anni mi stanno divertendo un bel po’, tra tutte sommo piacere mi dona gli scambi di dialoghi tra blogger.
Worpress è un bell’antro di magia, serietà, cazzeggio, divertimento, brutti scritti da cui fuggire, immagini di cui deliziarsi: tutto e anche di più a portata di clic. Senza connessioni profonde, si arriva piano piano a capire con chi si può creare relazioni interessanti.

Così è stato ieri, quando ho incontrato in un solo colpo tre blogger.

Strinature di saggezza

Quando apro gli occhi mi si aprono le vene

Inteso male

Un pomeriggio divertente, sul filo della leggerezza e del piacere di conoscersi.
Nessuna pretesa davanti ad un caffè, curiosità e semplicità.
Ma a me è parso di conoscerli da sempre.
Ed è stato proprio bello.

Chiara

Sono solo un ponte trasparente.

Sono solo un ponte trasparente, un veicolo, un traghetto per anime.
Stendo il mio essere, metto in dono le mie parole, puoi passare con me, se vuoi.
Non conta ciò che io sia, conti tu ed il tuo cuore.
Non umiltà ma fierezza se raggiungerai l’oltre passando su me, se toccherai la sponde in mia compagnia, se non ti sarai sentito solo.
E se andrai avanti senza di me, succede lo sai bene, voltati solo un attimo per un cenno di saluto.
Ciao

Chiara