Fissare un seno prosperoso per 10 minuti al giorno allunga la vita

Foto "www.iovivoaroma.org"

Foto “www.iovivoaroma.org”

Fonte Libero news 2007 (qui il link) 

Quasi quasi mi viene da rendermi utile alla comunità 😉

Chiara 

Beppe Grillo e la mammografia.

Tutto nasce da un dire di Beppe Grillo, al termine della Perugia-Assisi.
Pare che abbia detto che Umberto Veronesi esorti le donne a fare la mammografia, anche se non necessaria, per avere sovvenzioni dalle case farmaceutiche.
Pare invece che abbia detto altro e  che il tutto sia stato usato per nascondere il vittorioso senso della marcia.
Pare che Veronesi abbia ribattuto, pare che il ministro Lorenzini senza laurea si sia indignata, pare che Renzi abbia detto di non ascoltare presunti politici.
Pare che le donne si siano indignate, pare che Grillo abbia spiegato cosa volesse dire.

Io so che a 32 anni ( ora ne ho 48), pochi mesi dopo la morte di mia mamma per un tumore al seno degenerato tra Continua a leggere

Il capezzolo scomparso

L’ipocrisia è uno stato mentale di chi non sa prendere una decisione. Si tenta di mettere una pezza, una maschera, di nascondere la realtà.

E’ un modo per proteggersi, certo, la vita è già così faticosa alle volte, ma è anche un modo per non prendersi le proprie responsabilità.

Ognuno di noi ha il suo campo di azione, uno preferito e le tecniche di ipocrisia sono differenti a seconda dei tempi, delle stagioni, delle relazioni, dei fatti che accadono.
Noi come singoli e noi come società, ovvio. Noi come contesto di azione privato e pubblico.

Essere coerenti e coraggiosi è difficile e quasi nessuno ci riesce.
E come potrebbe visto che siamo inseriti in un mondo come questo?
Parlo di Facebook, che poi è la rappresentazione della vita, anche di quella di facciata.
Un mondo in cui posso mostrare una testa sgozzata, un video di un’esecuzione, agnelli scuoiati, massacri, pagine di donne provocanti, di odio razziale; dove posso vedere profili di gente assurda, violenta, ignorante.
Un mondo in cui l’immagine di donna nuda, per essere pubblicata, deve apparire così!

foto presa da Facebook

foto presa da Facebook

E’ una finzione, lo sappiamo bene tutti, una sorta di contentino per gli stupidi. Si offende e chi ha fatto l’immagine e chi la guarderà.
Si pensa che basti non dire, non fare vedere, perché gli altri non credano che sia.
Che mondo di sciocchi.

Chiara

Le nuove regole di Facebook
Rimuoviamo le foto dei genitali delle persone o che ritraggono fondoschiena completamente in vista. Rimuoviamo anche le immagini di seni femminili dove è visibile il capezzolo, ma permettiamo sempre la pubblicazione di foto di donne che allattano o che mostrano il seno con cicatrici causate da una mastectomia. È permessa anche la pubblicazione di fotografie di dipinti, sculture o altre forme d’arte che ritraggono figure nude. Le restrizioni relative alla visualizzazione di nudità e alle attività sessuali si applicano ai contenuti creati digitalmente a meno che non vengano pubblicati a fini educativi, umoristici o satirici. Sono vietate le immagini esplicite di rapporti sessuali. Anche le descrizioni di atti sessuali che entrano troppo nel dettaglio potrebbero essere rimosse.”

10 curiosità sulle tette che forse non sapete…più una

Sgombro subito il campo ( e non sto parlando dei  mondiali di calcio in Brasile ): è venerdì, è quasi estate, fa caldo che pare d’essere in un forno munito di sauna, la crisi indugia, sono una donna, ho fame, sono al lavoro e non passa più.
Ecco, tutto ciò per dire che questo non è un post serio!

Ieri mi sono imbattuta in questo post
13 motivi per cui la mia amica V. avrebbe preferito le tette piccole” pubblicato su www.robadadonna.it.

Incuriosita visto che madre natura mi ha dotato di un discreto giro petto, sono andata a leggere e tra il serio e il faceto, molto più sul riso, mi sono ritrovata in quasi tutti i 13 motivi. ( il motivo 1 è imbarazzante quando succede!!!)
E’ così, le tette sono croce e delizia, danno e fortuna e nessuna donna, un po’ come per  capelli, occhi, mani, sedere, gambe, naso, è contenta di quello che ha. Certo la chirurgia estetica fa miracoli, ma se non si vuole rimodellarsi, occorre accettarsi per quello che si è.

Questa mattina ho fatto un gioco: ho inserito “tette grosse indagine” su google e i risultati sono sorprendenti!
1) “Meglio un bel culo o un bel paio di tette?” …..mah….le tette?
2) “10 curiosità sulle tette che forse non sapete”..….non l’ho aperto, ma 10 sono davvero tante!!!
3) “Con la quinta di seno le donne sono più intelligenti” … io che ho una terza quale Q.I. avrò?
4) “Fissare le tette? Fa bene alla salute e al fisico” …….bene, 10€ per 3 secondi, accorrete gente!
5) “Tette grosse e cervello piccolo sono caratteristiche correlate” ….ma come? Si era detto il contrario al  link 3!!!
6) “Ragazze fanno a gara per mostrare le tette a concerto metal”…..il Q.I. degli astanti maschi è lievitato del 100%!
7) “Si può allattare con il seno rifatto?” …bella domanda. boh?
8) ” Luisa ha le tette grosse”…..così, giusto per farlo sapere in giro.
9) ” Attratti dalle tette grosse?” ….è un’indagine dell’ordine degli psicologi, non so quale sia il risultato, ma io direi”sei normale!”
10) “Argomento futile ma interessante: le tette” ….da Psicologia-forum
11) “Blog di Beppe Grillo-le tette”……………….IL BLOG DI BEPPE GRILLO? LE TETTE?

Donne: “meglio vero che rifatto!”

Chiara