La perfezione degli attimi

Non è il tempo né il luogo a decretarne l’esistenza
ma la tua presenza che dipinge la perfezione degli attimi.

mapplethorpe-parrottulips_1988-600x602

Mapplethorpe, Parrot Tulips, 1988

 

La perdita della verginità

Non sono solita usare il blog per sfoghi personali, ma questa volta sento che può essere un buon modo per comprendermi.

Io, perfettina, precisa, frutto di un lavoro, il restauro, che impone regole e disciplina e una cura maniacale del dettaglio infinitesimo.

Io abituata da sempre a fare da me, a non aver bisogno di nessuno, a dividere in spazi la giornata, programmandola nei particolari….quando non hai aiuti e sei mamma, moglie, lavoratrice, amica, compagna, sorella, corista, devi per forza suddividere la giornata e darti una regolata.

Io che divido la spazzatura secondo le indicazioni, che non getto la carta a terra per educazione, che dico “grazie, prego” perché altro non so fare; io che attraverso sulle strisce pedonali e lascio attraversare, che non passo con il rosso mai; io che il rispetto dell’altro è uno dei miei miti ……io…….

Ieri sera, tardi, tornavo a casa dalle prove del coro, vengo inseguita da una pattuglia dei vigili urbani, e non me ne accorgo; da una pattuglia che blocca il traffico per fermarmi come una criminale…..io ……

Vengo sorpresa con i fari spenti dell’auto ed era notte. Sorvolo su come possa essere capitato e sul come abbia potuto fare strada senza vederlo….ma quella pattuglia, quel mio mancare, quella voce alterata del vigile, le accuse ed il mio sguardo attonito, mi hanno fatto scendere dal mio verginale cavallo bianco.

Ed ora zoppico, consapevole vittima della mia perfezione.

Chiara