Quando tutto finisce.

inverno

La morte fa paura solo ai vivi. Ai morti no, se ne stanno lì, coricati, immobili, il mondo gira, respira, si affanna, piange, ama;  c’è chi ha pensato a loro, chi ha portato dei fiori, chi si è spostato da lontano, chi ora si sta abbracciando, tende una mano, accarezza il viso, e loro no, sempre fermi, gelidi.
Se ci si sofferma bene, una volta che si è finito di vivere è tutto finito.

Vale la pena affannarsi?

Chiara 

Lo spettro dei pensieri

Ogni fatto, ogni sentimento ed emozione, ha per ognuno di noi un verso unico.
Siamo troppo pigri per girarci intorno e vedere dietro cosa c’è, cercando di comprendere un altro punto di vista differente.
Fermi sulle nostre convinzioni, una volta deciso il pensiero, ci ergiamo a censori e giudici di tutto quello che non ci appartiene.

Troppo spesso dimentichiamo che un prisma, oltrepassato da un raggio di luce, si scompone in mille raggi di svariati colori.

Così è per ciò che viviamo, illusi di possedere un solo colore, quando vi è la magnificenza dell’arcobaleno.

Chiara