Immagina

corte dei miracoli milano

Milano, Corte dei Miracoli, “Chiuso il giovedì”

Non puoi metterti nei miei panni, non entreresti nelle mie scarpe, ho troppa storia che non ti appartiene, che non sai, che non incontri nelle tue sere.
Non saprei – e nemmeno vorrei –  dirti come si sta, quello che vedono gli occhi, attraverso, l’aria che entra nei miei polmoni, il letto in cui dormo.
Puoi vedere i piedi, quello sì; ed immaginare il resto, ciò che sta sopra?

“Sai immaginare una nuvola? E se non esistesse?”
“Sai immaginare un fiore? E se non esistesse?”

No, non si può immaginare ciò che non si sa.

 

 

“Non ho bisogno di te, ho voglia di te”

Oggi lascio parole e immagini di altri parlare per me, perché dicono perfettamente ciò che penso e sono.

io mi oro1

“Non ho bisogno di te, ho voglia di te. Non ho spazi vuoti da riempire, ho spazi da condividere. Non mi aspetto che tu mi renda felice, desidero sorridere della tua gioia e farti sorridere della mia. Non ti amo da morire, non sono tua e non sei mio. Sono completa anche senza di te, sei perfetto anche senza di me. Non morirò se andrai via, non smetterai di essere felice se andrò via. Non ti carico della responsabilità della mia personale soddisfazione, ti accolgo come specchio e messaggero, ti offro i miei occhi per indagare nei tuoi. Non ti lego né mi lascio legare dal bisogno di essere amata, dalla paura dell’abbandono. Io non sono sola senza di te, tu non sei perso senza di me. Siamo due meravigliosi e preziosi universi, completi, perfetti, che si incontrano per creare nuovi mondi. Non chiuderò porte e finestre per tenerti accanto a me, non ti permetterò di limitare il mio volo. Onoro la tua libertà scegliendo ogni giorno la mia.”

Emanuela Pacifici 
Evento “Come oro nelle crepe” https://www.facebook.com/events/1886462831608449/
Emanuela Pacifici http://lacustodedellestorie.blogspot.it
Kintsugi Chiarartè kintsugi.chiaraarte.it

 

“Amarsi è sufficiente”

camilla_giannelli_anna_laviosa-io-mi-oro-gioia-di-biagio

Il tocco lieve delle tue carezze tra la luce che filtra del mattino, nel letto composto d’emozioni, mi incanta di meraviglia.
E mentre il mondo tace, mentre urla e grida nei propri dolori muti, tu amami così come sono, nelle incertezze del buio, nella confusione, la spirale dell’abbandono, il tempo che incalza e preme il petto, la sofferenza, la fretta, l’ansia del non arrivare, il treno che corre, le tue mani e io, fermi ad aspettare.

“Amarsi è sufficiente”

“Come oro nelle crepe” Gioia di Biagio e le ceramiche kintsugi di Chiara Lorenzetti

“Non arrendersi al disagio del proprio corpo, trasformare la fragilità in bellezza e le cicatrici in rifiniture dorate, come nella tecnica kintsugi della ceramica giapponese”

Giovedì 6 Luglio, presso lo spazio la Corte dei Miracoli a Milano, via Mortara 4, ore 19.30 vernissage, ore 21  l’artista Gioia di Biagio presenterà la performance “Io mi oro”, sugli scatti di Anna Laviosa e Camilla Giannelli: l’arte Kintsugi applicata sulle cicatrici della pelle.
La performance accompagnerà l’uscita del numero 13 della rivista de La Tigre di Carta, il cui tema è lo sgretolamento.

In mostra ci saranno le mie ceramiche Imperfetti, realizzate da ceramiche scartate dai ceramisti che io rompo e riparo con la tecnica originale giapponese Kintsugi, lacca Urushi e polvere d’oro. Ed è un grande onore affiancare Gioia di Biagio

Copia-di-august-2018-37

ph©CamillaGiannelli

L’articolo completo su La tigre di Carta clicca qui