E brillo del mio oro, dove so di poterlo mettere.

Autunno, la pioggia incessante, il cielo grigio, i tempi incerti e spesso incomprensibili.
Un senso di intimo scoraggiamento sembra avvolgerci, come una nebbia fitta e imperscrutabile.
È questo il momento il cambiamento.
Nessuno ci ha detto che sarebbe stato facile, che le nostre libertà sarebbero state per sempre, che gli agi, le comodità, la “comfort zone” che ci siamo creati sarebbe stata immobile.

Lo sapevamo che prima o poi sarebbe successo qualcosa che ci avrebbe destabilizzato, magari non abbiamo immaginato che sarebbe accaduto a tutti, tutti insieme.
Ma è forse ancora di più questa la forza per darci il coraggio di spostare il nostro equilibrio, i nostri baricentri, per guardare oltre.
Per inventare qualcosa di nuovo, che potrà essere anche il nostro futuro – perché i cambiamenti ci portano avanti, mai indietro-
Io accetto questo tempo dove non ho possibilità di fare altrimenti, provo a cambiare dove posso, studio e mi informo dove non conosco.

E brillo del mio oro, dove so di poterlo mettere.

Kintsugi tradizionale giapponese.
Lacca urushi, polvere d’oro puro su piatto.
Tempo di realizzazione 1 mese e mezzo