La stanza di Apollo

È successo in questi anni di ricevere in laboratorio persone curiose di me e del mio lavoro. Così come è successo di ricevere richieste di interviste online, pubblicazioni su vari siti.
Ogni volta è un’esperienza differente.
Quello che ho vissuto con Sofia è stato unico, un incontro lento, seguito tra le mani e le parole, partendo dalla passione comune per Herman Hesse -le anime affini si incontrano- alla stessa curiosità per le storie.
È stato facile aprire a Sofia -e a Gio per le foto- le porte del mio laboratorio e così le porte della mia mente; è stato un viaggio negli anni della mia nascita artistica fino ad oggi, a questo mio amore per l’arte Kintsugi, la tradizione, la bellezza preservata con il rispetto.
Vi invito a leggermi nelle righe delicate e poetiche di Sofia e di scorrere gli altri post, per incontrare artisti che spesso restano dietro ai propri lavori.

La stanza di Apollo: “Rimbalzi nel tempo e nell’oro”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...