La rottura, il gesto artistico. Kintsugi Chiarartè.

La rottura. Il gesto artistico estremo.
La perfezione che si fa imperfetta.
Rompere non è un momento leggero. Occorre dosare la mano, avere la mente vuota e pronta ad accogliere la nuova forma che l’oggetto prenderà, i frammenti scomposti.
Nella mia mente disegno le linee di rottura, il colpo del martello non è casuale ma condotto e studiato.
L’approccio non è affrettato, la musica accompagna la mano che diventa il primo organo di senso: nasce tra me e la ceramica una sorta di empatia, tra la terra e il mio cuore, tra l’artista ceramista e il restauratore. Le linee diventeranno oro. L’imperfezione della rottura vivrà una nuova, unica, perfezione dorata.
kintsugi.chiaraarte.it