Nell’attesa beata

QuickMemo+_2017-06-11-16-24-42-1

Monastero di Bose, Magnano, scorcio. Foto personale

Ci sono dei tempi che arrivano, li ho sempre saputi e non ho mollato mai, ma non per preghiera, per volontà. C’è sempre stata una forza, una certezza, vacillata talvolta nel buio di imposte bugie e rinata sotto la coltre della sincerità ritrovata.

Ci sono tempi che sono, confusi all’inizio per attese e ora segnati come presente. Non interessa chi intorno ha tessuto tele bucate o marcito topi dentro ai ruscelli per fare un olezzo brutto, una poesia.

Se guardo indietro vedo uno specchio che mi riflette ora, nella serenità di un prato, a leggere la mano ai fili d’erba, nell’attesa beata della tua presenza.