Fuorisalone 2017-Milano: l’incredibile follia della creatività.

Come ogni anno passo una giornata al Fuorisalone di Milano, la manifestazione parallela al Salone del Mobile. Descrivere cosa sia il Fuorisalone è davvero difficile; e non servono neppure i cataloghi, le cartine, se non per segnare alcuni eventi che davvero interessano. Conviene camminare con curiosità, intuito, stupore.
Percorrendo le vie del Brera District Design e il distretto di Tortona ( quest’anno sono riuscita a vedere e neppure tutto solo in due distretti) ci si imbatte in totem che indicano che dentro a quella porta si può trovare un’installazione, una mostra, un evento, un cocktail, oggetti unici, spettacolari; o anche meno, se non si prova non si può sapere.

Io ho aperto tante porte, sono salita su ascensori che davano l’accesso solo a un appartamento e in quell’appartamento ho trovato legno, marmo, vetri, designer italiani, stranieri, molto Giappone, giovani, anziani: un calderone di età, lingua e razza.
Nelle foto che ho fatto ve ne racconto un po’. E so che se ognuno di noi potesse andarci, fotograferebbe un dettaglio diverso, quello che colpisce lo sguardo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A latere una considerazione: se investi ti vedono. Non sempre, purtroppo, se sei bravo ti vedono. Ma se investi, se ti fai vedere, se ti metti in mostra, ti vedono.
Questo va a svantaggio di chi non ce la fa economicamente, perché per investire ci vogliono i soldi, e tanti, soprattutto in eventi spaziali come il Fuorisalone.

Ma se  investi ci sei. Io ho sparso i miei biglietti da visita ovunque, alla mia piccola maniera ci sono stata.

Consigli utili per blogger

Oggi nel blog della Rete al Femminile di Biella dove anch’io scrivo, una delle nostre blogger, Silvia Cartotto, ci racconta come aprire un blog: tante utili informazioni per chi dal blog cerca qualcosa in più.

“Il fenomeno dei blog in Italia è in continua ascesa: iniziato nel 2011, esploso nel 2013, oggi non si arresta e il web è invaso. Se sei stata una delle prime buon per te, se invece sei nuova e ti piacerebbe capirne di più, queste righe dovrebbero aiutarti ad iniziare con il piede giusto. Quello del “scrivo su un blog perché ne sento il bisogno” e non del “scrivo perché voglio guadagnare”, per intenderci.

Continua qui http://www.retealfemminilebiella.com/wannabe-blogger-da-passione-a-lavoro/