Il tempo con te

È quando ho voglia di parlare d’amore che vengo da te, a dirti di quando la primavera fiorisce i ciliegi e le viole e mi basta un mazzo di mughetti per sentire il tuo odore, quello che resta ogni volta che facciamo l’amore. Una rima sciocca, non trovi? Ma in fondo sai solo tu cosa sia la poesia, quando mi scrivi il cuore delle tue giornate e io lo slego, che s’avvince troppo stretto, il cuore intendo, la poesia no, tu la sai far volare.
Amo pensare a dove sei, rivedere i tuoi occhi e il mare, o la strada lastricata, il chiostro, e quei tempi bambini o forse troppo grandi per capirne il senso e farli veri: amo. Amo rivestire di stoffa i libri, una copertina nuova per ogni pagina letta, come l’esistenza, mai uguale; amo ripercorrere indietro le righe scritte, il silenzio dei tempi brutti, il piatto, noi che il respiro manca sempre e qualcosa, si sa, ci appartiene e nessuno sa cosa e nemmeno il nome, perché se il nome lo sapessi sarebbe più facile. O forse no.
Amo quando guardo indietro e ti vedo lì, fermo ad aspettarmi, perché da sola non so mai partire e ogni volta reinvento il ritorno. Per tornare da te.

Annunci

8 pensieri su “Il tempo con te

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...