Il fastidio di Chiara

Questa mattina sono ospite su Carta Resistente: apro il progetto “Settimana d’autore” arrivato quest’anno alla 3° edizione. Dopo Ebbasta e Buoni propositi, quest’anno tocca a Fastidio.
Fastidio per qualcosa, qualcuno, un atteggiamento, un modo di fare, fastidio generico o personale.

A voi cosa dà fastidio? 

Il mio fastidio è contro le persone che non rispondono alle mail.
E lo racconto nel mio post “Una colata di fastidio”
Grazie a Carta Resistente per i bei progetti e per l’ospitalità.

 

Una colata di fastidio

Come ogni mattina apro il mio computer e scrivo una media di 15 mail al giorno.
Di queste 15, il 20% riceve risposta quasi immediata, il 40% riceve risposta dopo ore e anche il
giorno dopo, il 20% non riceve risposta se non dopo 1 o 2 mail di sollecito, la seconda di solito
anche poco carina, e il restante 20% non riceve risposta per nulla, zero, morto defunto.
Ecco, io quel 20% lo defenestrerei all’istante!
Una volta almeno si faceva scarico sulla posta, sul postino lento, che gettava la posta nei cassonetti
per recuperare il tempo, sull’indirizzo sbagliato, sul francobollo perso, mille scuse possibili per una
corrispondenza non ricevuta.
Ma ora, se sbagli indirizzo la mail torna indietro, quindi nessuna scusa, se la gente non risponde è
proprio maleducata.
E non parlo di mail personali, per quelle esistono altre strade, il telefono o l’incontro/scontro diretto.

View original post 79 altre parole

Annunci

4 pensieri su “Il fastidio di Chiara

    • È vero che siamo sommersi di mail; io ad esempio segno con l’etichetta quelle che mi interessano e rispondo a tutte a fine giornata (meno le più urgenti)
      So che ci vuole del tempo, ma è solo questione di programmazione. E di educazione.
      Ciao Marta 🙂

  1. Oggi domina l’ IO, per quest’ ignorante gli altri non meritano che la minima attenzione se c’è un rapporto economico ed in relazione al possibile guadagno. Triste ma vero. NON TI CURAR DI LOR… antonio

    • Ma non posso non curarmi di loro, sono clienti, il più delle volte o comunque persone con le quali devo comunicare.
      Non parlo di rapporti personali, non è questo il luogo, ma relazioni di lavoro e della negligenza di alcune, troppe, persone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...