Ma tu eri felice?

I giovani d’oggi, generazione fallita, devastata d’alcool, di connessione, sfatta di videogiochi, disagiata, intollerante alle regole.
I giovani d’oggi, il cancro del nuovo millennio.

Ma tu, quando eri giovane tu, odoravi le violette declamando Pascoli mano nella mano con la tua giovinezza? Amavi i tuoi genitori, li veneravi, raccontavi loro tutti i tuoi problemi più intimi, dialogavi con loro, studiavi con dedizione?
Nessuna scappatella, nessuna pazzia, nessuna droga provata, nemmeno una notte passato ubriaco al bordo del letto?

Tu, tu che ora sei adulto e disprezzi i giovani d’oggi, analizzando i loro comportamenti, scandagliando i silenzi, i musi, tu, quando eri giovane, sei mai stato felice?

I giovani e loro passioni prepotenti sono il futuro. Meraviglioso futuro.
Lasciamo che siano loro a viverlo. Fino in fondo.
Perché diventino adulti. A modo loro.

Annunci

32 pensieri su “Ma tu eri felice?

    • Nemmeno una trasgressione o un momento di malinconia? Ah, già, ma tu sei un uomo :p
      Me lo auguro anch’io per i miei figli, per i loro amici. E mi auguro che crescano con consapevolezza e amore di sé.
      Come immaginerai è una riflessione dopo aver visto ieri Presa Diretta e “popolarità”; l’hai visto?

        • Sì, però a me infastidisce questo continuo considerare i giovani (tutti) dei poco di buono. Generalizzare non fa mai bene e bisogna guardarsi prima dentro, prima di dire.
          Se continuiamo a mostrare solo i lati negativi, che ci sono, per carità, i giovani perderanno la voglia di mostrarci le cose belle che sanno fare.

        • Non parlo di te, ovvio 🙂
          Ma di quello che viene messo in mostra nella rete, sui giornali, tra le parole delle persone. Ecco, soprattutto tra le parole della gente. Dei grandi. Che non ricordano di essere stati giovani, di aver scritto sui muri, di aver fatto il ’68, di aver fumato di nascosto.
          ecco, m’infervoro 🙂 baci :*

  1. La gente si dimentica di essere stata giovane…e quando si parla dei giovani di oggi si fa uso di un sacco di luoghi comuni spesso fuori luogo. Ci sono un sacco di giovani in gamba e pieni di sogni, e mantenerli al giorno d’oggi forse è ancora più difficile di quanto non lo fosse per noi!

  2. Io madre di due ragazzi, combatto costantemente con mio marito proprio in questo senso, ricordandogli che anche lui ha avuto la loro età, e che anche lui, come lo stesso io… abbiamo avuto i nostri momenti se non uguali simili, e mi metto sempre costantemente nelle loro scarpe, ad ogni situazione torno con la mente indietro nel tempo cercando di rammentare come era per me… in questo modo riesco facilmente a comprenderli e non giudicarli, tutt’al più, a raccontar loro la mia esperienza perchè possano capire il perchè a volte noi adulti reagiamo in maniera che a loro può sembrare esagerata. Perchè magari ci siamo passati… ma nello stesso tempo son dell’idea che ognuno ha il diritto di fare i propri errori e le proprie scelte e di imparare da essi… solo così si diventa grandi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...