Le cose fragili

Ci sono periodi in cui ho tutto dentro, chiusi i sentimenti dal quotidiano fervore. Non li lascio uscire, tracimerebbero via distruggendone la ragione dei giorni.
Ci sono dei momenti, come questo, in cui mi anestetizzo concentrandomi fitta sul presente, succede, siamo animali che vogliono sopravvivere.
Fortuna vuole che ci sono i pensieri di me passata, che restano quelli che sono io e che si ripropongono, due anni, come ieri, due anni e siamo sempre noi.

squarcidisilenzio

E’ la mia bocca che aspetta un bacio, un’attesa di sguardi e carezze, deposta tre le mani di un tempo clemente
un foglio stracciato arrivato per posta con le tue credenziali e un indirizzo falso per non farti trovare
la mia pelle bugiarda che mente alle tue mani spicciando passione come ali di colombe in fuga
il tuo cuore che batte a ritmo del tuo silenzio che prezioso depongo sul limite arcuato della schiena, in silenzio
la mia ansia d’attesa, la perdita grigia del tempo, l’affetto rinnovato e folto che scappa da ogni pensiero
le foglie del te, il caffè amaro, le pause negli occhi senza tregua e destinazione, la tua
la neve sui tetti, dura il tempo di un affanno, un orgasmo tra le labbra, una candela bruciata, il tempo che si spegne
un figlio che cresce, la mano s’allontana, il senso dell’esistenza che declina, le parole che non…

View original post 84 altre parole

Annunci

3 pensieri su “Le cose fragili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...