S-fortuna o caso?

“Nulla accade per caso” : così spesso si usa dire come se ci fosse una sorta di disegno stellare che determina gli eventi, una concausa che porta a fare scelte invece di altre, a fermarci in alcuni progetti e a spingerci in altri.
Non è facile leggere i segni e spesso, per semplicità, etichettiamo i fatti con fortuna e sfortuna: fortuna per gli accadimenti che ci sembra ci spingano, sfortuna per quelli che ci fermano. Spesso fortuna si abbina a felicità e sfortuna a dolore.

Due giorni fa camminavo lungo Po a Torino.

lungo-po1

Un paesaggio suggestivo a due passi dal centro.
La piena del mese di Novembre ha lasciato segni visibili e inconfutabili di una natura che non chiede, agisce.

lungo-po2

La sabbia ha coperto i viali, pezzi di plastica sono finiti fin sui rami delle piante che costeggiano la passeggiata, rami spezzati sono sparsi sul terreno, anche se in minima parte perché è stata fatta una accurata pulizia da parte del comune.
Proprio uno di questi rametti, appuntito per un taglio netto con il falcetto, è finito sotto al mio piede; come una leva perfetta, il ramo si è ribaltato verso la mia gamba e si è piantato sotto al ginocchio, ferendomi in modo non proprio lieve tanto da dovermi fare mettere i punti.
Il medico che mi ha curata ha continuato a ripetere “che sfortuna, ma come è stata sfortunata”.
A ben vedere non mi  reputo sfortunata, piuttosto maldestra, ma ho riflettuto sulla casualità di questo fatto.

Voi cosa pensate della fortuna e della sfortuna? Siamo vittime di sfortuna e meritevoli di fortuna? I fatti accadono per caso o per un disegno del destino?
E se i fatti parlano, cosa avrà voluto dirmi quel bastone che si è conficcato nella mia gamba?

Forse lui lo sa. O nemmeno se lo domanda.

lungo-po

 

 

Annunci

33 pensieri su “S-fortuna o caso?

  1. Io credo che tutto accada per una ragione e che anche se ad impatto essa non è chiara, prima o poi, il più delle volte quando meno ce lo aspettiamo, si renderà manifesta ☺️ comunque spero tu stia meglio 😘

      • Concordo in pieno col tuo pensiero, il tempo ci darà tutte le risposte. Resta il fatto che mi piace pensare che ogni cosa che ci capita è speciale e abbia un significato, bella o brutta che sia ☺️

        • È un bel pensiero il tuo. Io invece sono più dell’idea che c’è una casualità imperscrutabile e incontrollabile che inizia e finisce nel momento stesso in cui accade. Ma non in tutto, come dici bene tu: qualcosa, alle volta, è davvero speciale e arriva per indicarci la via.

  2. Secondo me tiriamo in ballo il concetto di fortuna o sfortuna quando ci accadono avvenimenti a cui non sappiamo sare spiegazione, che ci stupiscono per casualità e tempismo… Abbiamo dato un nome a ciò che razionalmente non sappiamo spiegarci. Onestamente uso entrambi i termini senza pensarci su troppo e non so se poi effettivamente le cose ci accadano per un motivo, se vogliono dirci qualcosa 🙂

    • Anch’io non mi soffermo troppo su fortuna e sfortuna, però devo ammettere che alle volte la vita parla e dice chiaramente la strada da seguire con fatti all’apparenza inspiegabili.
      Spesso però siamo distratti e non ce ne accorgiamo. Ma meglio così 🙂

  3. Innanzitutto buona guarigione. Bella domanda la tua, il dilemma vero è Caso o Destino. Se pensi che la vita stesa è un incontro -caso o destino- tra due cellule che spesso non lo fanno nonostante le terapie praticate e volute dagli agenti, torni alla domanda che non trova risposta.
    Siamo particelle del cosmo e non conosciamo la motivazione, chiediamo aiuto al pensiero religioso che ci invita a credere, a prescindere dalla risposta al nostro dubbio e chiudo per non smarrire il filo logico.
    Certo che con te non ci si annoia mai, ogni post è più interessante del precedente e dove trovo il tuo libro??? Buona settimana. antonio

    • Forse alle volte conviene vivere e non farsi troppe domande. O forse sono le domande stesse che si aiutano a vivere.
      Eh, lo so che non ci si annoia con me, però anche meno, che ne dici? Magari la prossima volta sto attenta a dove metto i piedi, qui in casa e gli amici stanno ridendo tutti della mia ridicola piccola disgrazia.
      Il libro è pronto. L’ho messo in vendita su Lulu, a breve sarà su Amazon e si potrà acquistare da me direttamente. C’è anche la versione Ebook.
      A breve pubblico tutti i dati.
      Grazie, grazie tante per la tua attenzione e il tuo affetto.
      Buona settimana

  4. Mi auguro che l’incidente non abbia causato nulla di serio, e ti faccio gli auguri di una pronta guarigione (fa presto che ci sono altri rami da calpestare 😛 ) In questo caso, la distrazione è certamente il motivo predominante, non credo che si possa addebitare il tutto alla sfortuna. Tu sai meglio di altri che la fortuna ce la creiamo da soli, poiché essa predilige le menti preparate. Certo, può capitare di essere in un periodo negativo ma, ripeto, non credo che sia tutta colpa del gatto nero che ci attraversa la strada. 😉 Ti abbraccio.

    • No, nulla di serio che non si possa riparare con un cerotto e un po’ di riposo 🙂 Non penso nemmeno io alla sfortuna, certo ci sono periodi, come dici tu, negativi, dove si accavallano situazioni spiacevoli e ogni volta sembra tutto più pesante, ma non riesco a pensare a casi sfortunati per malasorte, quanto a disgrazie, accadimenti difficili da amministrare.
      La storia della fortuna che predilige le menti preparate mi incuriosisce, anche se penso sia più il successo delle proprie azioni piuttosto che la fortuna. Non credo che un grattaevinci sappia vederci nella mente 🙂
      Grazie per l’abbraccio che accetto con piacere e ricambio.

      • Ma un gratta e vinci cerca proprio il contrario. Chi è preparato, forte del detto “se non gioco non vinco, ma nemmeno perdo” sa bene che è tutta questione di chiappe. La tua mente era preparata, così come la volontà, motivi per i quali il tuo lavoro ti ha poi ricompensato… e lo farà ancora! 😉

        • Vero, adesso esco e vado a comperarne uno e poi ti dico.
          Non so se la mia mente è preparata; di certo è attiva, non si fa scoraggiare quando invece io lo vorrei.
          Speriamo allora continuino le ricompense 🙂

  5. Io penso che ci sia fortuna o sfortuna in alcuni accadimenti che non dipendono per nulla dalla nostra volontà; in altri casi siamo noi a fare le scelte, anche se non sempre sappiamo prevederne le conseguenze ma molto dipende da noi. Poi naturalmente c’è la distrazione, che causa qualche sfortuna in più forse, e quella la conosco bene… 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...