Un filo d’oro

Una linea continua, la traccio a matita, non stacco la mano da tempo, rimane incollata, tradita dal sentimento, tu tieni la punta, trattieni sul foglio, nessun pentimento, ti accolli le mie delusioni, il tentennamento, le indecisioni.

Il silenzio è lo svolgimento esatto delle emozioni.

 

La pietà perduta

La Vignette sul terremoto in Italia pubblicata da Charlie Hebdo "Terremoto all'italiana: penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne". L'ultima, ("lasagne"), presenta diverse persone sepolte da strati di pasta. ANSA+++ EDITORIAL USE ONLY NO SALES NO ARCHIVE+++


ANSA+++ EDITORIAL USE ONLY NO SALES NO ARCHIVE+++

La Vignette sul terremoto in Italia pubblicata da Charlie Hebdo
“Terremoto all’italiana: penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne”.

“…circa 300 morti in un terremoto in Italia. Ancora non si sa che il sisma abbia gridato ‘Allah akbar’ prima di tremare” 

Abbiamo un problema, l’umanità è scomparsa, la pietà perduta, il rispetto calpestato.
Non dico che non si debba ridere, non voglio censurare ironia, satira, libertà di pensiero.
Dico solo che ogni essere umano dovrebbe sapere dove stanno i limiti e quando non superarli.
Perché secondo me dei limiti ci sono.
E a perdonare tutto rischiamo di non saper più distinguere il bene dal male.