Come scrive un post un artigiano su Facebook

Tirarsi indietro o farsi da parte non si può più. E forse non sarebbe neppure bello, restare ai margini a vedere gli altri scorrere.
E così, per noi artigiani, abituati a vivere nella riservatezza dei nostri laboratori, è venuto il tempo di affacciarci al mondo virtuale; Facebook ci da una buona mano, fatti salvi alcuni piccoli accorgimenti per rendere al meglio il nostro tempo dedicato.

Oggi, nel blog della Rete al Femminile di Biella con il quale collaboro come blogger, scrivo di post e di Facebook, di immagini e di personalità, di credibilità e armonia, tratti distintivi che vanno oltre al mero lavoro ma che sono indici di fidelizzazione del cliente.

“COME SCRIVE UN POST SU FACEBOOK UN ARTIGIANO” (CLICCA QUI IL LINK DIRETTO) 

Chiara 

Il grande trattato di falconeria di Federico II

“De arte venandi cum avibus”  è un trattato scritto dall‘imperatore Federico II di Svevia sull’arte di cacciare gli uccelli  e a tutt’oggi è uno dei testi di riferimento sull’arte della falconeria.
Scritto intorno al 1260, si compone di sei libri, incompiuti, miniati dopo la morte di Federico II su commissione del figlio Manfredi.

I primi due libri sono conservati presso la Biblioteca Apostolica Vaticana a Roma e da pochi giorni sono stati digitalizzati e disponibili alla consultazione online.
La cura dei dettagli, le miniature precise, affermano l’amore di Federico II, più che per la caccia, per gli uccelli stessi.
A seguire, alcune pagine prese dalla Biblioteca Apostolica Vaticana.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fonti
Wikipedihttps://it.wikipedia.org/wiki/De_arte_venandi_cum_avibus
Treccani http://www.treccani.it/enciclopedia/de-arte-venandi-cum-avibus_(Federiciana)/
Il portale italiano di falconeria http://www.falconeria.org/trattato-sulla-falconeria-de-arte-venandi-cum-avibus/
Biblioteca Apostolica Vaticana, il testo completo  http://digi.vatlib.it/view/bav_pal_lat_1071/0001/thumbs?sid=d1be9c6feebc14916c3f282a2404e3bd#current_page
Amaterra (dove trovare il pdf scaricabile) http://amaraterra.blogspot.it/2014/11/il-grande-trattato-di-falconeria-di.html#axzz42L0gOT6y

Chiara 

AFFARI E FINANZA

Di prima mattina, il risveglio, come pochi lo sanno dare.
E la primavera che sboccia, una primavera d’amore e poesie.
E Massimo, a governarne i germogli.
Bravo poeta!
Chiara

massimobotturi

Dieci poesie una giornata gambe buone
cinquanta farti ancora l’amore
un nido d’api
nel cassonetto e un lenzuolo giallo.
Trenta il becco
di un merlo che ci ruba le briciole
altre cento, aprirti come fanno le rose ai principianti.
E ancora una dozzina per registrare il fatto
di te che ridi forte ad un film, ad un’amica
all’uomo che ti volle per sé, ai miei comizi.
Duecento senza resto né vuoto: berti il sesso
stancarti con le mani come fossi nei campi.
Mille e altre
saperti china al fascio di neve, guance rosse
il cuore che ti pompa la vita dentro il secchio
le mandorle sul petto e i capelli fino al mare.

View original post