Dicono

Dicono che quando si è ad un passo dal morire la tua vita si ripresenta davanti, un film accelerato, ogni attimo trascorso nel breve momento che ti resta.
Dicono sia un’annientarsi che abbrevia l’attimo che brutalmente ti toglierà il respiro e ti porterà alla morte.
Dicono che sia lieve, piacevole non so.
Dicono che poi ti risvegli, quando non accade di morire; dicono che ricordi tutto perfettamente.
Dicono.

L’autostrada correva veloce –lunga e diritta correva la strada, l’auto veloce correva-, il sole, l’allegria del tempo, lo scorrere dello scenario dai finestrini, la musica, la radio, i pochi pensieri in testa.
Il piede sull’acceleratore, il sorpasso facile di un autoarticolato, le altre auto, tutto sotto controllo.

l’auto si spegne, non risponde più 
ferma in corsia di sorpasso

è un attimo, una consapevolezza strana

Dicono che quando si è ad un passo dal morire la tua vita si ripresenta davanti.
A me, non so come, è venuta una forza e un coraggio da pilota navigato, ho razionalizzato ogni microsecondo, inquadrato ogni frammento visivo, studiato ogni mossa nel’infinitesimo, le auto dietro, quattro frecce, calma, respiro, l’autoarticolato che sfreccia alla destra, le ruote immobili, le auto che scansano la mia, nessuna paura, procedo oltre, un modo per salvarmi ci sarà, nessun pensiero aggiuntivo, solo la strada e me

la macchina riparte

Dicono che quando si è ad un passo dal morire la tua vita si ripresenta davanti.
Forse non era il mio momento, forse non so, ma sono ancora qua, grazie al cielo.

Chiara 

Annunci

35 pensieri su “Dicono

    • Sì, è accaduto a me e solo scrivendolo ho preso piena consapevolezza del rischio che ho corso.
      Grazie per i complimenti.
      Anch’io ho letto molto sul film rivisto, credo accada in situazioni in cui non si ha controllo.

  1. Il film della mia vita non vorrei rivederlo,altrimenti corro il rischio di pensare:”che razza di cretina sono stata!”.. Complimenti per il racconto,scritto molto bene e con una suspence che si dissolve solo all’ultima frase,mentre ti tiene ancorato a leggere il testo fino alla fine.

    • Tu dici che non sia vero nulla? Occorre che ne legga un po in giro.
      Già un’altra volta mi è capitato di essere al limitare, trovandomi a rotolare giù per un costone in montagna per parecchi metri senza avere idea di come e se mi sarei fermata. Ma neppure in quell’occasione ho visto la mia vita; piuttosto un bianco misto di dispiacere e disperazione. Fortuna che anche di quella storia posso raccontarne.

      • Mi fai ricordare che molti anni fa un mio collega, che ora purtroppo è morto, mi raccontò che da molto giovane, giocando o scherzando, si trovò con al collo qualcosa che lo stringeva. La stretta fu tale per cui perse conoscenza e gli passò davanti come in un film tutta la vita.
        Naturalmente non morì, rinvenne e me lo raccontò.
        Chi dice che son tutte balle… sbaglia? Penso di sì.
        Quarc

  2. Terribile quello che ti è successo, a me è successo più di una volta di rischiare la vita e una volta ho chiuso gli occhi perché stavo per fare un frontale. Mi ricordo ancora la scena, ma non ricordo di aver rivisto nulla della mia vita, ma forse non era ancora il momento, per fortuna!

    • Chissà come accade questa cosa del film. Io ero troppo presa a non farmi prendere dal panico.
      Certo che però, anche tu…chiudere gli occhi! Se sei qui a raccontarlo è perché uno dei due ha sferzato e siccome avevi gli occhi chiusi, mi sa che non sei stato tu.

      • Sono passati tanti anni, io stavo sorpassando un camion e all’improvviso un’auto si è immessa in strada senza guardare dalla mia parte. Non avevo spazio di manovra, ho chiuso gli occhi perché pensavo fosse finita, stavo andando al lavoro, in ritardo, correvo, non ho saputo fare di meglio.

  3. Esperienza da non vivere. Sarà tutto quello che dicono ma fermarsi in corsia di sorpasso è come morire d’infarto.
    Per fortuna è ripartita e l’infarto era solo un brutto scherzo.
    Ben felice di leggerti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...