L’amore come lo sento io

L’amore non è già fatto. Si fa.
Non è un vestito già confezionato,
ma stoffa da tagliare, cucire.
Non è un appartamento “chiavi in mano”,
ma una casa da concepire, costruire,
conservare e spesso riparare.
Non è vetta conquistata, ma partenza dalla valle,
scalate appassionanti,
cadute dolorose nel freddo della notte
o nel calore del sole che scoppia.
Non è solido ancoraggio nel porto della felicità
ma è un levar l’ancora, è un viaggio in pieno mare,
sotto la brezza o la tempesta.
Non è un “si” trionfale,
enorme punto fermo che si segna fra le musiche,
i sorrisi e gli applausi, ma è una moltitudine di “si”
che punteggiano la vita,
fra una moltitudine di “no”
che si cancellano strada facendo.
Non è l’apparizione improvvisa di una nuova vita,
perfetta fin dalla nascita,
ma sgorgare di sorgente
e lungo tragitto di fiume dai molteplici meandri,
qualche volta in secca, altre volte traboccante,
ma sempre in cammino verso il mare infinito.

Michel Quoist

La mia amica Guendalina, curatrice della pagina Facebook Il cenacolo intellettuale, (qui il link accessibile anche a chi non ha un profilo facebook) è persona di rara intelligenza e sensibilità. La sua pagina raccoglie citazioni e poesie che spaziano per epoca, interesse e autore: una vera manna per chi ama la bella scrittura.
Questa sera ho scovato un autore che non conoscevo, Michel Quoist. Ciò che scrive sull’amore è l’amore come lo sento io, uno “sgorgare di sorgente”.
Quando sento parlare così d’amore, mi riconcilio con la vita.

Chiara

Trovate Guendalina e Il cenacolo Intellettuale anche su blogspot ( qui il link)

Annunci

19 pensieri su “L’amore come lo sento io

  1. Splendide parole che trasmettono tutto il sapore e il senso del vero amore. Sicuramente un’ottima guida per chi da tutto per scontato, senza nemmeno provare a godere di tutti quei piccoli attimi che portano all’essenza di questo sentimento turbolento, ma ineguagliabile.

    • Ma perché turbolento? Io non credo all’amore turbolento, credo alla serenità. Poi forse voi preferite il dolore, il soffocamento, le catene, io no. Io se c’è tutto quello, scappo.
      Perché l’amore è un sentimento sublime, fiducia piena e rispetto. L’amore è stare bene e vivere nel fare stare bene l’altro e non parlo solo di relazioni strette.
      Tutto il resto, la gelosia (vedi il tema del tuo libro), i per sempre fino allo spasimo, e tutte quelle derivazioni assolute, non fanno per me e non lo considero davvero amore.
      L’amore si costruisce man mano, seppure nelle difficoltà, ma sono difficoltà condivise e nella coppia, quando non c’è il rispetto, non c’è amore, ma altro che non dico.

  2. Buongiorno cara, liero di conoscerti da Gabriel, seguirò il tuo ottimo blog! Se ti va fai pure un salto da me quando vuoi! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...