Il passo

Talvolta la vita fa dei giri strani. Ti appartiene, appare, scompare. La vita dona e toglie, maga e strega, senza mai una meta definita.
Siamo anime al passo, alle volte ciechi, altre maledettamente svegli e pronti. Siamo ingordi di stelle e sogni, mai paghi di passione; siamo pigri e annullati nei momenti di cordoglio e sopravvivenza.
Esistiamo.

Vi siete mai chiesti cosa vuole la vita da voi? Perché certe persone avvengono nella vostra vita e altre no? Perché si sa, si vorrebbe solo e sempre la bellezza e la pace, ma succedono anche incontri che non vogliamo, che non abbiamo richiesto, incontri che diventano assillo e fastidio, altri pesantezza e dolore, altri incognite continue.
Altri, amore.
Si, vi siete mai chiesti cosa vuole la vita da voi? Nel bene e nel male.
Io, nel bene, ho incontrato Eowyn, Roberta, prima poetessa e poi amica. E con lei ho costruito fondamenta vere e profonde, un giardino di quiete dove entrambe possiamo rifugiarci, quando la vita ci scalza, quando la fatica ci assilla, quando tutto è troppo e da sole no, da sole non potremmo farcela; e dove ridere a crepapelle delle stupidaggini che ogni volta la vita ci propone. Perché questo l’amicizia vera fa fare.
Le sue poesie da sempre attraversano i miei sensi.

Chiara 

Amaranto

L’avresti mai creduto gli abissi ci hanno salvati

– non possano mai sapere! –

le mancanze ricongiunto i punti

e avvilito lacci e sudari – le bestemmie vincenti –

Ora il tuo passo amante trascorre il mio richiamo

 

Eowyn

ff5b3ab4314011e3bad522000ab5bccf_8

View original post

Annunci

5 pensieri su “Il passo

  1. Che dire – ti giuro, sono emozionata e mi sono persa le parole
    Di nuovo mi doni un bel sentimento, dopo aver fatto lo stesso con la tua amicizia, e mi sento orgogliosa e fortunata, arricchita
    C’è un mio verso che amo molto e che mi permetto di citare, è solo un soffio
    – Abbi cura di splendere –
    Ed è questo che l’amicizia vera fa

    Grazie, sempre

    Roberta

  2. Sì, me lo sono chiesto e me lo chiedo. È una domanda importante, che rimanda al ricercare il senso della nostra vita. Ed è una domanda diversa dal chiedersi cosa voglio io dalla mia vita. La prima è una domanda umile, di ricerca e riflessione. La seconda, pur legittima, è più concreta, in qualche modo imperativa e richiedente.
    Ciao Chiara, buona serata! 🙂

    • “C’è sempre un buon motivo se qualcuno entra nella nostra vita. Proprio così. Vorrei che lei ci riflettesse” così leggevo oggi “Neil Gaiman-Cose fragili”. E in effetti, come dici tu, è importante mettersi in relazione alla vita dal lato esterno, non quello interiore. Così facendo, secondo me, ci si predispone meglio al presente. Appunto con umiltà e ricerca.
      Buona serata a te

  3. E’ una domanda importante! Io sono contenta di averti incontrata nella mia strada. Ho avuto la fortuna di incontrare anche Roberta che però non conosco benissimo ma che ammiro molto per come scrive e per quello che fa sentire.
    Ti auguro una buona serata! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...