Il capezzolo scomparso

L’ipocrisia è uno stato mentale di chi non sa prendere una decisione. Si tenta di mettere una pezza, una maschera, di nascondere la realtà.

E’ un modo per proteggersi, certo, la vita è già così faticosa alle volte, ma è anche un modo per non prendersi le proprie responsabilità.

Ognuno di noi ha il suo campo di azione, uno preferito e le tecniche di ipocrisia sono differenti a seconda dei tempi, delle stagioni, delle relazioni, dei fatti che accadono.
Noi come singoli e noi come società, ovvio. Noi come contesto di azione privato e pubblico.

Essere coerenti e coraggiosi è difficile e quasi nessuno ci riesce.
E come potrebbe visto che siamo inseriti in un mondo come questo?
Parlo di Facebook, che poi è la rappresentazione della vita, anche di quella di facciata.
Un mondo in cui posso mostrare una testa sgozzata, un video di un’esecuzione, agnelli scuoiati, massacri, pagine di donne provocanti, di odio razziale; dove posso vedere profili di gente assurda, violenta, ignorante.
Un mondo in cui l’immagine di donna nuda, per essere pubblicata, deve apparire così!

foto presa da Facebook

foto presa da Facebook

E’ una finzione, lo sappiamo bene tutti, una sorta di contentino per gli stupidi. Si offende e chi ha fatto l’immagine e chi la guarderà.
Si pensa che basti non dire, non fare vedere, perché gli altri non credano che sia.
Che mondo di sciocchi.

Chiara

Le nuove regole di Facebook
Rimuoviamo le foto dei genitali delle persone o che ritraggono fondoschiena completamente in vista. Rimuoviamo anche le immagini di seni femminili dove è visibile il capezzolo, ma permettiamo sempre la pubblicazione di foto di donne che allattano o che mostrano il seno con cicatrici causate da una mastectomia. È permessa anche la pubblicazione di fotografie di dipinti, sculture o altre forme d’arte che ritraggono figure nude. Le restrizioni relative alla visualizzazione di nudità e alle attività sessuali si applicano ai contenuti creati digitalmente a meno che non vengano pubblicati a fini educativi, umoristici o satirici. Sono vietate le immagini esplicite di rapporti sessuali. Anche le descrizioni di atti sessuali che entrano troppo nel dettaglio potrebbero essere rimosse.”

Annunci

19 pensieri su “Il capezzolo scomparso

  1. Mostruoso. Il problema è che un mondo di facciata rischia, come è Facebook, rischia di diventare un mondo reale.
    Posso inoltre dire che mi fa senso la mammella senza capezzolo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...