be uniquely you

Non riesco a smettere di pensare che vi è il bello in ogni cosa.
E’ un rimedio per combattere la cattiveria e l’odio che dilagano, un training per sconfiggere la malinconia, uno stile di vita, un’ingenua metafora del paradiso, uno sconto alla pena, la richiesta del perdono.
Non scavo nelle cose per trovare il bello, occorre che affiori da sé e arriva, sebbene i tempi non sempre siano maturi e le orecchie tacciano al bene. Arriva tra canti e spighe, tra mani e desideri, non sforzo il capo per vedere oltre l’orizzonte: il bene arriva.

Oggi ho conosciuto Sharlene Moniqué (qui), una donna, cantante solista gospel londinese. Sguardo fiero e pulito, diretto, senza filtro alcuno. Uno sguardo che non entra nell’anima ma sosta al limite, tra un abbraccio e un’armonia.
Sharlene ha cantato con me, con il mio coro, con Ms Karen Gibson e nel mentre cantava sentivo che la speranza che spesso vacilla, più che mai di questi tempi, non ha modo di morire se si alimenta con il bello.

sharlene_Morris

sharlene_Morris

Convivere con i nostri difetti, le nostre diversità, gli errori, le imperfezioni; questo è la vita. E nonostante tutto, scoprirsi perfetti, perché unici e veri. Noi, con le nostre paure, troppo spesso inutili perché vane; noi con la nostra timidezza, il pianto, con i passi stanchi. Noi.

sharlene_morris

sharlene_morris

Sono unica
Sono originale
Sono una donna
Sono me stessa
e sono bellissima

Sharlene Morris.
qui il suo nuovo blog Beuniquelyyou

Chiara

Sharlene_io_Karen_Gibson

Sharlene_io_Karen_Gibson

I can’t stop thinking that there is something good in everything.
It’s a way to fight against malice and hate that are spreading, an exercise to beat melancholy, a way of life, a candid analogy of the paradise, a discount for a punishment , the request for the forgiveness.
I am not usual to dig into the things looking for beauty, I need that It appears by itself, and the strange is that arrives, even if the time are not grown up and the ears don’t listen to the goodness. And the beauty arrives between songs and flowers, hands and wishes; I don’t twist my face to see to horizon: love arrives.
Today I’ve met Sharlene Monique, a woman, a gospel singer. She has a very proud and honest look. A look that doesn’t came into your soul, but that stays very near, between a hug and an armony.
Sharlene sang with me and my choir in company of Ms Karen Gibson, and while she was singing I felt that the hope, that often teeters, doesnt’ die if there is someone who believes in goodness.
That’s life: to live with our flaws, our imperfections, our mistakes. And nevertheless, discover us perfect because we are unique and true. We, with our fears, too often unuseful because vain; we, with our shyness, our crying, with our tired footprints. We.

12 pensieri su “be uniquely you

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...