Boicottiamoci!

La storia la conosciamo tutti (anche se ne avremmo fatto a meno). Domenico Dolce, di Dolce e Gabbana, in coppia lavorativa e nella vita, afferma che “l’unica famiglia è quella tradizionale“, che “la famiglia non è una moda passeggera, è un senso di appartenenza” e ancora che i figli nati in provetta sono figli sintetici.

Stefano-Gabbana-and-Domenico-Dolce-by-Julian-Broad2RGB
Pensiero condivisibile o meno, resta un pensiero e in un Universo che tenta di portare la libertà di parola ai massimi livelli (ah, no, forse mi confondo, non esiste la libertà di pensiero e parola, è solo un’illusione) dovrebbe come tale essere rispettata. (uh, il rispetto, altra illusione. Forse riscrivo il post.)
Ma no, ecco che arriva il solito cucu di turno, quello che “ahimè, sta parlando di me, sta offendendo proprio me“, e con meraviglia dei nostri tempi, conia addirittura un hastag (mammamia, che paura, che gesto forte!) e minaccia ed esorta tutti a boicottare Dolce e Gabbana non comperando i loro vestiti. (io non li ho mai comperati, sarà un reato?)
Ah, parlo di Elton John, marito e due figli, che si è sentito toccato dalle parole di Domenico e ha inventato   #boycottDolce&Gabbana (tremo); che affronto, il mondo sarà in rivolta!

elton-john-600x450-500x375

Si sono accodati a EltonMartina Navratilova a Courtney Love, che nel suo profilo Twitter ha scritto “Ho appena raccolto tutti i miei vestiti Dolce e Gabbana e li voglio bruciare” (darli ai poveri sarebbe un affronto troppo grande, vero? Io taccio, se no meno)

A me pare tutto un po’ ai limiti della follia mediatica. Una persona esprime un pensiero e improvvisamente qualcuno si sente tirato in causa e per contro, ne scatena una lotta senza pari, come se il mondo avesse fine per quel pensiero.

Io penso che ognuno sialibero di dire e pensare quello che desidera, seguendo le proprie inclinazioni religiose, sessuali, filosofiche, morali, nella correttezza e senza offesa.
Chi se la prende, acceso come un cerino, è forse chi non si sente sereno di sé? Che non è proprio, proprio sicuro della sua scelta/decisione?
Elton John, forse questa volta hai toppato alla grande.

Chiara 

Annunci

24 pensieri su “Boicottiamoci!

  1. Forse la frase di Dolce sarà collegata al fatto che non stanno più insieme da anni? A parte questo, concordo con il tuo pensiero, nessuno ha in tasca la verità assoluta, quindi ognuno la pensa come vuole senza per questo dover scatenare l’inferno, sono punti di vista.
    Buon inizio settimana 🙂

  2. Alla faccia della libertà di parola!
    Perchè boicottarne il lavoro solo per aver espresso un pensiero??

    (certo magari chi ti chi ha chiesto niente su come la pensi … chi credi di essere per influenzare il pensiero degli altri…per dire)…

    Fare un rt su twitter è facile…ragiornarci prima di pigiare un tasto è tutt’altra cosa.

    • Infatti. Oltretutto boicottare il lavoro di tanti per colpire una persona (vabbè che è il padrone, ma è poi solo una pedina di un ingranaggio) è un gesto d’istinto, senza ragione alcuna.
      Secondo me si sta perdendo la via, e come dici tu, è tutto troppo facile, pigio un tasto e declamo una sentenza.

  3. Andando oltre il pensiero, più o meno condivisibile, di questi due signori, credo che quando si è personaggi pubblici e si dicono cose “forti” poi bisogna aspettarsi le reazioni “forti” della comunità.
    Senza arrivare a boicottare o bruciare qualcosa, che mi sa molto di Fahrenait 451, ovviamente,
    Ognuno ha il diritto di esprimersi e ognuno ha il diritto di reagire, in modo civile…

    • Brava, è quelle armi alla mano, quel definitivo, come ho scritto “come se il mondo avesse fine” che stupisce.
      Sensazionalismo becero e vuoto.
      E io, che di vestiti di Dolce e Gabbana non ne ho, terrò i miei senza bruciarne alcuni

  4. Quello che hai scritto è pieno di buon senso (diamine ho scritto BUON SENSO, Chiara rischio il linciaggio mediatico sul tipo #boycottNWBear?), talmente pieno (e ironico al tempo stesso) che in risposta al pensiero, opinabile oppure no, hanno inventato quel can can mediatico che lascia indifferenti. Preciso meglio. Ladcierebbe indifferenti chiunque se non sembrasse un attacco alla libera espressione priva di urla e di offese. Che poi delle inclinazioni sessuali di D&G, Elton John, Navratilova, Courtney Love non me me freghi nulla è un aspetto secondario. Sono problemi loro e non miei.

    • shhh…se scrivi buon senso, rischi grosso. E’ roba da carbonari, merce rara di contrabbando…
      Hai ragione, del fatto in sé non me ne frega una beata cippa, ma è talmente ridicolo ( soprattutto quella cosa di bruciare tutti i vestiti), che non ho saputo esimermi dallo scriverne.
      Attento, #boycottNWBear, è già online 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...