Il castello di Novara: restauro o ricostruzione?

Novara ha in pieno centro i resti di un castello di epoca presunta medioevale/rinascimentale. Scrivo presunta perché restano pochi carteggi ed è quindi difficile una sua certa attribuzione. Il castello, con le sue merlature e il fossato che lo circonda, ha subito negli anni rifacimenti e diverse destinazioni d’uso: da apparato difensivo a caserma in epoca seicentesca; da passaggio pedonale in epoca sabauda a carcere in epoca napoleonica. Alla fine del 1800, dopo l’abbandono delle carceri, rischiò di essere abbattuto per il notevole decadimento. Diverse voci autorevoli ne fermarono la distruzione proponendo il suo restauro con discordi finalità. Mussolini stesso, nel 1939, intervenne e fece ricostruire parte della cortina muraria, nel disperato tentativo di procrastinare la demolizione.

E’ del 2007 l’intervento radicale di ricostruzione attuato dall’amministrazione municipale di Novara, ora proprietaria dell’immobile.
Il restauro, se così vogliamo chiamarlo, ( qui la pagina del restauro con i nomi dei restauratori e il progetto) iniziato nel 2007 e segnato come terminato nel 2010, è tutt’ora in corso e per chi si trova a passare da Novara, lo spettacolo che si presenta è questo.

novara 1

Visibili sono i resti delle mura in primo piano, così come, al di fuori di ogni contesto, ecco l’attuale ricostruzione.
Cimitero, bunker antiatomico o caserma?

Novara

 

A tutt’oggi non si può accedere al castello e ciò che si nota da fuori sono, a parte i mattoni già attaccati da muffa derivata dall’umidità
(e la ricostruzione, voglio ricordarlo, è terminata nel 2010, 5 anni fa)  sono locali vuoti, allo stadio iniziale della progettazione.

Ammetto di non sentirmi di chiamare questa opera “Restauro” ma piuttosto è, a mio personale giudizio, un improbabile tentativo di ricostruire, secondo regole e progetti che non condivido, un monumento al limite della distruzione totale.
A voi si appagano gli occhi al vedere una torre di mattoni antichi terminata con un cubetto di mattoni nuovi, diversi e cromaticamente e per materiale?
Il colmo restante della torre originale è stato finito ( a protezione credo delle infiltrazioni di pioggia e da infestazioni di piante spontanee) con un rivestimento in rame, materiale per nulla coerente.
La grondaia di lato che percorre la parte nuova e quella vecchia poi, è un vero pugno nell’occhio.

IMG_0563 (Copia)

Io non riesco a vederne il bello, magari ci sarà la funzionalità.
Ma il restauro deve essere funzionale?
TUTTO deve essere restaurato per forza anche a costo di snaturare l’oggetto originale?
Non sarebbe meglio, alle volte, arrendersi all’inevitabile trascuratezza, alla quasi completa distruzione e saggiamente provvedere all’abbattimento?

A voi i pensieri

Chiara 

 

 

Annunci

10 pensieri su “Il castello di Novara: restauro o ricostruzione?

  1. Il bello è funzionale. Lo diceva anche un grande architetto spagnolo di cui non ricordo il nome, io condivido l’idea che le linee funzionali sia in natura come in architettura esprimano anche la bellezza estetica. Non conosco il Castello di Novara quindi non so dare un giudizio ma dai cenni storici che ci fornisci capisco che questo edificio è stato tante cose diverse nei secoli quindi penso che un restauro fosse impossibile quanto senza senso. Perché cosa restaurare, il castello, la prigione o cosa altro? Quindi penso che nel caso specifico abbia senso averne fatto una “ricostruzione”, ovvero la costruzione di qualcosa di nuovo che tenga traccia della storia pregressa attraverso lo stile o anche conservando qualche rudere del preesistente. Questo in teoria, se poi il risultato sia bello e funzionale è da giudicare.

    • La tua visione mi interessa. Tu dici quindi che ben venga una ricostruzione dal nuovo che mantenga il ricordo di ciò che è stato, senza per forza abbattere.
      Lo trovo di buon senso, grazie; non l’avevo visto sotto questa ottica.

  2. Il restauro deve essere funzionale se il restaurando è funzionale, altrimenti se bisogna introdurre la funzionalità non si tratta piú di restauro ma di altro.
    Praticamente nessun monumento è funzioanle, se si volesse restaurare rendendo funzionale la Fontana di Trevi non solo non si farebbe un restauro, ma si farebbe anche una bella porcheria!

    • Sarà paradosso, ma da restauratrice io sono per non restaurare tutto, per non salvare tutto.
      Se non si è riusciti a conservare quando era ora, ricorrere a ricostruzioni così pesanti, mi pare spreco di denaro.
      Piuttosto, demolire e rifare altro.
      Sulla funzionalità dici bene.

      • Sicuramente per dover restaurare ci devono essere dei criteri, quali il valore del restaurando, l’importanza storica ed artistica ed il costo dell’operazione. Piú sicuramente tutto quello che ignoro perché non del mestiere.

  3. Questo non è restauro.
    Non mi piace in maniera assoluta questo tipo di recupero.
    (a parte che i tempi biblici non consentiranno mai un buon restauro: termini un muro e tra dieci anni mentre ne restauri un altro pezzo ..il primo è da riprendere.

        • Materiali scadenti? Lavori fatti in fretta e furia? Subappalti?
          Io ormai non mi scandalizzo più di nulla e non sto parlando solo di restauro ma della maggior parte delle opere in Italia, expo Milano in primis.
          Chissà perché si trova sempre il modo di fare brutta figura…e di fare danni.

          • Di certo non mi meraviglio nemmeno io, figurati!
            Però insomma certi progetti si vedono già sulla carta che saranno un “a chi può fregare di più”.
            Basta però che si chiamino le cose con il loro vero nome: truffa, fregatura, imbroglio… NON RESTAURO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...