sii sereno tu per entrambi

In una fossa d’odio e ribellione, le grida soffocate dentro,
non m’appartiene il respiro del mondo, in controtempo accelerato rispetto al mio.
M’arrovento di marchi di distruzione d’altri, capovolta la testa, il cuore spinge sangue nel cervello che affoga.
Nel buio nero pece non s’esce neppure un bianco di dente, di pupilla strizzata, di roseo capezzolo affamato. Di gambe ne faccio mezza, di mani mozzate non resta impronta. di parole una babele incompresa.

Sii sereno tu per entrambi.

Chiara

Annunci