Senza

E’ dell’imperfezione il vivere, un piede claudicante, un occhio guercio, una rima difettata, la lingua arrotolata sulle lettere, sghemba.
E’ un neo in pieno volto che frena il contatto, i pensieri di un mostro, le mani sudate della timidezza che impaccia lo sguardo e il dire.
Non corre una gamba sbilenca che fugge la gente che retta può  prendere la via, non sorride la gobba che piega.

E’ dell’imperfezione la vita, mentre l’uomo è untore di perfezione declamata da pulpiti assordanti di solitudine.

Chiara 

6 pensieri su “Senza

  1. Io ti sento intera, e l’ho detta come la direbbe il nostro amico Inteso. Una persona intera, viva, che non ha bisogno di perfezione esteriore per capire cosa c’è dentro una “persona”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...