“SONO GUARITO!” W il Francy.

Questa è una storia a lieto fine, mi premuro di avvertirvi. Ci sono lacrime e dolore, tanto e credo che nessuno abbia il sentore vero di quanto sia stato assurdamente forte, se non gli stretti interessati. C’è anche la disperazione, ma chi come me ha vissuto questa storia di lato, non l’ha vista. Ha però sentito la potenza del riscatto, della speranza, la gioia della condivisione, la forza spudorata dell’amicizia; la solidarietà.
Questa è una storia a lieto fine, lo comunico a chi nella vita sceglie la sconfitta, i tradimenti, i patimenti, la nausea, la noia come timone per veleggiare, malamente, le sue giornate. Avverto chi preferisce le storie tristi, le lotte, perché “tanto la vita è uno schifo”, “tanto moriremo tutti” che qui troverà la speranza.
Questa è una storia a lieto fine, scappate di qua se avete paura del coraggio, se osteggiate e ridete di chi sorride, sempre, senza tregua, al futuro e chi, alla morte e alla sconfitta, fa una pernacchia. A chi ingenuamente e strenuamente, crede alle favole.
E non molla, mai.
Questa è una storia a lieto fine ed è una storia vera.

Francesco Nisticò è un bambino di tre anni che vive a Biella. Ad Agosto dello scorso anno, si sente male, deve ricorrere alle cure nell’ospedale pediatrico Meyer di  Firenze e là gli viene diagnosticato un tumore al cervello. Dopo un lungo intervento di sette ore, ben riuscito, inizia il suo calvario di terapie, chemioterapie e radioterapia. La famiglia si trasferisce presso Firenze per stargli vicino; Francy ha un fratello piccolo, i genitori affrontano spese e fatiche per sopportare questo interminabile periodo.
L’idea di aiutarli nasce subito e a Biella e provincia nascono eventi ed iniziative per aiutare economicamente la famiglia; di uno di questi eventi  ho già parlato , per il lato orribile della speculazione a cui era andato incontro.  Una catena di solidarietà senza eguali che coinvolge semplici cittadini, sport, musica, teatro. W il Francy diventa uno slogan, diventa anche un gruppo aperto su Fb a cui invito ad aderire, un gruppo di 3000 membri, ove la mamma pubblica quotidianamente  le foto di Francy, dei suoi miglioramenti, delle fatiche. Francy, tre anni, sorride sempre.

Ieri, dopo mesi ininterrotti di cure, Francy è guarito. I suoi esami sono a posto, le metastasi regredite.
Francy è guarito

E lo dice a gran voce
Se volete amare la vita, se volete imparare a credere che c’è una speranza, che è solo pensando con ottimismo che ci si salva e si va avanti, non abbiate timore, cliccate su QUESTO LINK  E ASCOLTATE IL FRANCY CHE GRIDA CHE E’ GUARITO! Impariamo da un bambino che alla sofferenza si sopravvive.

Facciamo tutti un passo indietro, un attimo di riflessione e poi, un passo avanti.

W il Francy!

Chiara